Home » Ultime notizie » pazienti » La mia vita cambia, non riesco a prendere la tazzina con la mano destra.

La mia vita cambia, non riesco a prendere la tazzina con la mano destra.

Storia di Maria

Tutto inizia il 7 gennaio 2012.

Vado alle 7 della mattina in ospedale a S.PIERO a fare assistenza alla mia nonna .

Resto con lei sino alle 14.

Mia mamma mi propone di prendere un caffè.

La mia vita cambia,  non riesco a prendere la tazzina con la mano destra.

Mi sento confusa mi faccio accompagnare fuori, mi siedo, perdo anche la padronanza della gamba destra e le parole  sono confuse la mia parte destra mi ha abbandonato ho 47 anni super impegnata nel lavoro,  gestisco bar.

Intervengono subito, mi viene detto che mi portano a Cesena e la diagnosi è: ICTUS.

Io in ambulanza non riuscivo a capire la diagnosi e chiedevo quando tutto questo incubo sarebbe finito ma quello che mi aspettava non era così bello….arrivo in ospedale alle 15 e una neurologa bravissima ha capito subito che era ICTUS ISCHEMICO.

Lei mi chiedeva, parlava ed io cercavo di alzare il mio braccio la mia gamba ma non davano segno di vita e le mie parole confuse.

Dopo esami, punture, catetere, tac, risonanze, tutto di più.

Mi portano in reparto lì vedo mia figlia, mio marito increduli di cosa mi era successo…il mio problema non era capire cosa era successo!!!! ma come uscire da quella situazione ?

Sono stata 8 giorni a letto senza riuscire a muovermi, per me il farsi lavare dover chiedere aiuto per qualsiasi cosa è stato terribile…riabilitazione 2 volte al giorno,  il piede è stato il primo a muoversi da allora le mie energie sono state indirizzate a recuperare.

Non mi sono mai demoralizzata ma ho sempre pensato che mi era stata data una seconda possibilità.

Così dopo un mese sono uscita dall’ospedale con le mie gambe, ho fatto tanta riabilitazione ed ora dopo 2 anni la mia gamba è recuperata il mio braccio destro ancora mi da problemi alle dita ma io continuo a lavorarci e la parola …beh per questa ho trovato la soluzione (ho venduto la mia attività) ed ora prenoto visite ed esami e parlo tutto il giorno: la miglior ginnastica !

Non è stato facile … non è ancora facile ma sono qui e sono felice di esserci.

Maria