Home » Ultime notizie » Il Gruppo su Facebook in aiuto di chi ha subito un ictus e per i loro Familiari

Il Gruppo su Facebook in aiuto di chi ha subito un ictus e per i loro Familiari

gruppo ictus facebook

In genere siamo abituati a vedere il nascere di organizzazioni no profit e solo in un secondo momento le loro pagine web e gruppi social. La nostra Associazione invece ha avuto una storia al contrario, infatti i ha visto prendere i propri natali da un gruppo creato su Facebook con l’intento di unire nello stesso salotto le famiglie coinvolte dal ciclone Ictus.

È per questo che la nostra associazione di chiama GRUPPO Ictus Emiplegia Ictus, per conferire il giusto riconoscimento al nostro primo atto sociale avvenuto proprio sul gruppo social.

Negli anni questa iniziativa ha avuto un impatto sciale incredibile sulla comunità ed è diventato per molti iscritti una piattaforma irrinunciabile.

banner-facebook

Recentemente abbiamo creato un gruppo di condivisione anche sul nuovo social Google Plus a cui vi invitiamo ad iscrivervi.

banner-google

Capire di non essere soli nella battaglia all’ictus

Il primo fra tutti i vantaggi, che la famiglia percepisce immediatamente quando entra nel gruppo di Facebook è quello di non essere affatto sola come pensava e che intorno ha una intera comunità di persone che hanno vissuto o stanno vivendo nello stesso istante il medesimo problema. Sentirsi insieme ad altri ad affrontare l’ictus, che ha moltissimi lati oscuri e sconosciuti, è di fondamentale importanza. Il gruppo addirittura per molti di noi è diventata una vera e propria seconda famiglia.

Coscienza e conoscenza collettiva

Non meno importante è il vantaggio di poter attingere all’esperienza diretta di migliaia di persone che prima di te hanno sicuramente affrontato i tuoi stessi problemi. Quindi non c’è domanda nel gruppo a cui non venga data una risposta proveniente dall’esperienza diretta di chi già ha dovuto affrontare lo stesso problema, che sia di ordine, pratico, burocratico od emotivo. Da questa considerazione è nata poi una delle attività della Onlus di cui siamo particolarmente fieri, che è Emmy Linea Aiuto, il numero verde che anche grazie alle esperienze che vengono condivise nel gruppo è in grado di poterti rispondere su moltissimi aspetti legati alla gestione del dopo ictus.

Dal mondo virtuale a quello reale

Un fenomeno come questo del gruppo che già di per se rispondeva a moltissimi dei bisogni dei pazienti e delle famiglie che gestiscono un ictus, aveva solo bisogno di un “motore” ed un “corpo” per poter esercitare la sua influenza anche nel mondo fisico.
Per questo nel 2014 gli stessi fondatori del gruppo social, danno vita a Gruppo Ictus Emiplegia Onlus che ogni giorno lotta per migliorare il mondo che ruota intorno all’ictus.