Home » Riabilitazione in Famiglia

Riabilitazione in Famiglia

riabilitazione in famiglia

Quando affrontiamo il tema dell’ictus sappiamo che il problema più importante è il recupero e la riabilitazione.

Ritrovare l’autonomia personale e ricomporre i pezzi della propria vita è l’obiettivo di chiunque, lungo il proprio cammino, si sia trovato di fronte un nemico temibile come l’ictus.
Conosciamo tutti il momento storico in cui versa il nostro paese e con esso tutti i rami di assistenza incluso quello che ci garantisce l’assistenza e le cure riabilitative e sappiamo che le risorse limitate spesso non ci permettono di poter godere a pieno di un percorso di recupero, assistito costante, puntuale ed efficiente.

Per questo motivo pazienti e familiari si trovano a dover gestire autonomamente ed in casa la riabilitazione, spesso grazie all’intervento di professionisti privati a domicilio sostenendone gli oneri. Inoltre il recupero post ictus è una materia complessa che richiede fisioterapisti specializzati non sempre facili da reperire sul territorio, soprattutto quando sappiamo che a fronte di un danno cerebrale il recupero deve passare attraverso il recupero delle funzioni cognitive che regolano il movimento e la parola.

In questo contesto le famiglie devono poter assumere una propria autonomia e poter indirizzare sul recupero del proprio caro tutte quelle energie che si liberano in seguito all’evento, al costo di dover imparare loro stesse gli esercizi di riabilitazione neurocognitiva più efficaci per affrontare nel calore di casa la giusta riabilitazione, sia in termini di qualità che di quantità.

dona oraPer questo Gruppo Ictus Emiplegia Onlus ha deciso di affrontare questa sfida ed aiutare gli amici che sentono di poter fare qualcosa per il loro familiare colpito da ictus, ma non sanno come.
Offrendo un corso multimediale molto apprezzato negli ultimi anni dove vengono spiegati passo-passo gli esercizi di riabilitazione neurocognitiva da un professionista della riabilitazione, in modo chiaro e semplice, per permettere alle famiglie che non hanno la possibilità di sostenere i costi di un fisioterapista privato o che non ne abbiano trovato alcuno che si occupi di riabilitazione neurocognitiva di poter finalmente offrire al proprio familiare il recupero che gli spetta.

donnaMiriam P.
Mio padre ha avuto l’ictus un anno fa, avevo il tempo da potergli dedicare, ma non avevo idea di cosa fare ed avevo paura di fare cose sbagliate, nella video guida ho trovato il modo di far muovere papà con gli esercizi ed il cammino sta migliorando…

Il corso multimediale per il recupero dell’ictus in famiglia è stato per anni un “prodotto” privato venduto nel web al costo di diverse centinaia di euro, ma il suo contenuto rivolto alla diffusione della riabilitazione in ogni casa ed in ogni famiglia era destinato prima o poi a diventare un bene per la comunità aperto a tutti e svincolato da qualsiasi interferenza economica. Sono molte le famiglie che negli ultimi anni hanno lavorato sodo con gli esercizi spiegati nella video guida ed hanno offerto al loro familiare l’opportunità di ottenere miglioramenti nel movimento e nel linguaggio che a detta di molti non sarebbero stai possibili, inoltre si è trattato di un prodotto apprezzato anche da molti fisioterapisti che volessero imparare la riabilitazione neurocognitiva, per questo siamo fieri di poter offrire a chiunque ne abbia bisogno la:

V1-2-0

Ogni Video Guida include la possibilità di ricevere un consulto online gratuito con uno dei nostri specialisti che sapranno indirizzarvi nel lavoro constatando il vostro problema specifico.

statistiche donazioni

donnaAlessia C.
 “Pensavo di non essere in grado di poter fare la fisioterapia a mia madre, invece il lavoro è spiegato molto bene e piano piano stiamo ottenendo dei miglioramenti che ci danno speranza”.

 

Le Video Guide sono a disposizione di tutti i nostri sostenitori ed è sufficiente una donazione libera per poter godere di questo straordinario servizio. Dopo la donazione riceverai l’accesso immediato alle video guide e gli operatori di Emmy Linea Aiuto ti contatteranno per fornirti tutto il supporto possibile. Numero verde: 800-864671.

Invia

 

Guarda alcuni successi di pazienti ottenuti attraverso le Video Guide

Accedi subito a tutte le lezioni delle Video Guide:

uomoFrancesco G.
Avevo intuito che per mia moglie la riabilitazione doveva essere qualcosa di più che il semplice farla camminare e muoverle il braccio, adesso ne sono certo, avrei voluto iniziare già da prima con questi esercizi…

V1-2-0

Invia

 

Sapevi che le donazioni sono deducibili dalle tasse?

Si fortunatamente le donazioni SONO deducibili e ti fanno risparmiare sulle tasse!
– Se doni come singolo cittadino non ci sono limiti e potrai scaricarti dalle tasse interamente l’importo che doni
– Se hai una società puoi donare fino al 10% del tuo reddito imponibile o fino ad un massimo di 70.00€
per approfondimenti trovi tutto spiegato nel Decreto Legge 14.3.2005 n° 35 art. 14 e n° 266 art.1 comma 353 Decreto Presidente Consiglio dei Ministri 18 aprile 2013

36 Responses so far.

  1. lidia falco scrive:

    queste informazioni sono molto interessanti.fanno riflettere ulteriormente su ciò che è accaduto e, comportarsi di conseguenza.grazie ancora per esseri occupati di noi.

  2. Giuseppe Giaconelli scrive:

    Speriamo che questa guida aiuti mia moglie

  3. Nicola Monopoli scrive:

    Grazie infinite per l’invio.
    Ora mamma ha la pleurite; non appena si ristabilisce, cominceremo dai primi esercizi.

    • Valerio Sarmati scrive:

      Mi spiace per la pleurite, comincia con gli esercizi di confidenza che può fare anche da sdraiata, in modo che anche tu puoi iniziare a conoscere il lavoro e quando ci vediamo su skype hai già una infarinatura del lavoro che vi aspetta

  4. Susanna Addari scrive:

    Salve, ho fatto la donazione ma non ho avuto nessuna email per accedere al video, cosa devo fare?

    • Valerio Sarmati scrive:

      Salve Susanna, immediatamente in seguito alla donazione si apre la pagina con le video guide e ricevi anche una mail automatica di ringraziamento con il link per vederle. Potresti controllare con il nostro servizio di assistenza chiamando il numero verde 800864671 e nel frattempo verificare dal tuo conto paypal se la donazione è andata veramente a buon fine perchè a noi non risulta. Grazie

  5. Pier Carlo Mello scrive:

    Buon giorno. Navigando in internet ho letto del metodo Perfetti e mi sono avvicinato al vs sito.
    A mia moglie Rosanna l’intervento al cervello per tumore ha lasciato come conseguenza afasia, aprassia, emiplegia destra, e una lieve disfagia.
    Fortunatamente il suo male è fermo e stiamo lavorando dallo scorso novembre per recuperare.
    Ho iniziato a visionare e ad usare la videoguida e ho notato una grande chiarezza sia nelle impostazioni di lavoro che nella spiegazione degli esercizi. Ottimi i contatti con il vs centro e il gruppo di facebook per chiarire, condividere e fondamentalmente ricaricarsi per proseguire la lotta. Sono al video 5 e sono molto fiducioso GRAZIE

    • Valerio Sarmati scrive:

      Pier Carlo, dai primi video del vostro lavoro ho visto molta dedizione ed impegno, farete sicuramente un ottimo percorso. Grazie del feedback a presto e buon lavoro

  6. Guido scrive:

    Ho iniziato da poco il percorso con il Gruppo ictus e le sue video guide. Secondo me questa Onlus si può ritenere portatore di utilitá sociale.
    Mi capita spesso, di confrontarmi con i video degli altri malcapitati come me e mi rendo conto che ogni volta apprendo qualcosa di nuovo, di interessante e ovviamente molto utile per la mia problematica.
    Un’altra cosa che mi è piaciuta di questo gruppo è quella che si regge esclusivamente sulle donazioni. Pertanto se uno è soddisfatto continua a nutrire il gruppo altrimenti si dissocia.
    Dai video e dai commenti che leggo quotidianamente sono sicura che il gruppo vivrá ……. Per sempre. Purtroppo o per fortuna!!
    Grazie a Valerio per quello che hai “creato”, Guido e Nadia

  7. valentina scrive:

    Buongiorno, sono molto imbarazzata nel farvi questa domanda, ma ci provo comuque. Mio padre è stato colpito da ictus a settembre e presente emiplegia sx; purtroppo nella struttura riabilitativa dove era ricoverato non è stato possibile effettuare una rieducazione soddisfacente in quanto mio padre soffre di una forma di depressione già esistente che lo rende poco collaborativo e reattivo. Arrivo al dunque; non versando in condizioni economiche eccelse vi chiedo se il contributo è veramente libero e non prevede altre quote da versare. Non voglio essere irrispettosa nei vostri confronti e nella buona volontà del vostro progetto e se ritenete questo mio intervento inopportuno vi prego di cancellarlo. Scusate ancora. Grazie

    • Gruppo Ictus Onlus scrive:

      Certamente, nel momento esatto in cui farai la donazione avrai subito accesso alle video guide e nel giro di poco ti contatteranno gli operatori dell’associazione per definire la data del primo incontro On-line con i nostri specialisti per aiutarvi nel primo programma di lavoro in casa. L’importo della donazione è assolutamente libero e ti garantisce tutto di cui hai bisogno per iniziare il lavoro in casa. A presto Staff Gruppo Ictus Emiplegia Onlus

  8. matteo scrive:

    buongiorno, ho una bimba di quattro anni con emiplegia sinistra causata da una lieve sofferenza durante il parto. Ciò le causa alcuni piccoli problemi di corretta deambulazione in particolare l’andatura “a falce” della gamba sinistra. Mi chiedevo se la guida potrebbe essere utile nel suo caso e se in generale è utile per l’età evolutiva. Mi chiedevo anche se esiste qualche centro di riferimento o professionista nei pressi di Padova, magari specializzato in età evolutiva.
    Grazie.

    • Gruppo Ictus Onlus scrive:

      Caro Matteo, scusaci il ritardo nella risposta, la Video Guida per il recupero dell’ictus è adatta a pazienti più adulti. Nella lista blu ci sono dei professionisti che si occupano di età evolutiva, al momento non a Padova, ti invitiamo a controllarla anche in futuro. a presto

  9. Kelly lorena scrive:

    Vi scrivo dal sud Africa dove svolgo lavoro di volontariato come infermiera, in questo periodo assisto un anziano di 83 anni colpito di ictus spinale, diagnosi piuttosto rara, il risultato è paraplegia agli arti inferiori . Ho iniziato a lavorare con il video a disposizione nella vostra pagina e vedo dei buoni risultati in quanto si lavora sulla propriocezione. Ora mi chiedo se avere se avere altri video sia utile in questo caso. Avete qualche esperienza a riguardo? O magari qualche suggerismento.
    Vi ringrazio in anticipo.

    • Gruppo Ictus Onlus scrive:

      Cara Kelly, ci fa piacere che il nostro lavoro vi sia utile anche così lontano. Si certo con gli altri video potresti dargli una assistenza più completa ed ottenere altri risultati. A presto e buon lavoro

  10. Marco scrive:

    Innanzitutto complimenti per tutte le vostre iniziative e per la cura in cui fornite le informazioni.

    Risiedo all’estero e vorrei porvi un paio di domande. Avete un numero telefonico “non verde” per potervi chiamare o un recapito e-mail?

    Vi ringrazio anticipatamente.

    Cordiali saluti.

  11. Elena scrive:

    Buonasera, volevo sapere se, una volta fatta la donazione, i video sulla riabilitazione si possono vedere solo in streaming o se sono disponibili per il download così da poter essere usati anche da chi non ha un computer connesso in internet.
    Grazie mille.
    Cordiali saluti

    • Gruppo Ictus Onlus scrive:

      Salve, i video sono visibili su youtube dopo il vostro sostegno, suggeriamo pertanto una connessione internet. A presto

  12. Simone scrive:

    Perdonatemi la pignoleria , ma esattamente di cosa si compone il pacchetto? L’icona qui sopra parla di 10 ore di video e 55 lezioni; tratta di pdf o altri tipi di documenti? Inoltre non ho afferrato la riproduzione su youtube; sono video ad accesso privato? Grazie mille per la disponibilita!

    • Gruppo Ictus Onlus scrive:

      Caro Simone fai bene a chiedere anzi ti ringraziamo che ci dai l’opportunità di spiegare meglio. La video guida è composta da circa 100 video dove vengono mostrati gli esercizi da rifare in casa tra paziente e familiare e video dove ci sono delle spiegazioni più teoriche sul problema dell’ictus in modo da rendere il familiare più consapevole del problema del proprio coro e del motivo per il quale sia necessario fare determinati esercizi. I video che nel totale sono circa 10 ore sono accompagnati da dei PDF scritti dove sia gli esercizi che gli aspetti teorici sono riportati in forma scritta e da dove si possono scaricare disegni e tavole che a volte servono negli esercizi. I video sono caricati su youtube ma in formato privato, se deciderai di sostenere il nostro lavoro riceverai l’accesso immediato ai video e ai Pdf, se hai altre domande non esitare a chiedere. Emmy

  13. Claudio e Marina scrive:

    Noi abbiamo avuto la fortuna che questo gruppo ci è stato suggerito da una persona che aveva provato che le tecniche suggerite davano dei buoni risultati. Probabilmente ci saremmo arrivati comunque perchè la filosofia di partenza e i suggerimenti e gli aiuti che vengono suggeriti dalla Guida sono tanto banali quanto geniali. Valerio è una persona che ha capito tutto e che, oltre che essere un ottimo fisioterapista è contestualmente anche uno psicologo motivatore. Il lavoro quotidiano paga come paga l’impegno che ci si mette per guadagnare ogni giorno qualche abilità in più oppure perfezionarla. Le nostre aspettative sono confortate dal lavoro quotidiano e cerchiamo di essere in questo modo di sprone per tutti coloro che hanno avuto questo problema e che non vogliono stare con le mani in mano.

  14. RAFFAELLA scrive:

    Buon pomeriggio, al momento di acquistare le videoguide, dopo aver inserito i dati personali, compare il messaggio sul mio PC “Error saving data! Please try again” – “Error debug information”.
    Potreste aiutarmi? Grazie

    • Gruppo Ictus Onlus scrive:

      Salve Raffaella, abbiamo controllato , il sistema funziona correttamente. Potrebbe trattarsi di un errore nell’inserimento dei dati o potrebbe riprovare con un altro browser, può anche chiamare il num verde 800864671 le daranno assistenza. Buona Domenica e a presto

  15. ada luperi scrive:

    Mio marito e io abbiamo iniziato questo percorso non da molto tempo. Leggendo su internet e, visti i buoni risultati ottenuti con la riabilitazione neurocognitiva, ci siamo iscritti a questo gruppo di lavoro. L’impegno è tanto, ma sono convinta che si avranno i meritati risultati. Ringrazio di cuore il Dott. Sarmati per aver creato tutto questo e per aver dato anche a noi famigliari la possibilità in concreto di aiutare i nostri cari. Grazie ancora Valerio

  16. ciro Morra scrive:

    Volevo ringrarVi per questa iniziativa, a volte nella disperazione ti senti sperduto, confuso, non sai piu’ cosa fare e come muoverti; non sai con chi consigliarti, non hai le informazioni necessarie per affrontare il tutto con la dovuta lucidita’, grazie dell’aiuto, grazie al dott. Sarmati veramente un gran professionista, grazie alle video guide, veramente un lavoro eccellente, adesso grazie a voi ho un quadro molto piu’ chiaro,grazie a voi sono piu forte e sicuro per affrontare e combattere quest’incubo che e’ l’ictus, abbiamo ancora tanto lavoro da fare, ma adesso il mostro mi fa meno paura. Grazie di tutto.

  17. Jules scrive:

    Il progetto di Valerio è una iniziativa a mio parere incredibile, lodevole e necessaria per dare a tutteq uelle persone che vivono il dramma dell’ictus o, peggio, di condizioni analoghe più gravi, la possibilità di ottenere la miglior riabilitazione possibile.
    La nostra sanità deve sfrotunatamente (ed inevitabilmente ) sottostare a numerosi limiti, ed avere gli strumenti per andare ad integrare la terapia con degli esercizi efficaci ma facili da comprendere, è una risorsa dal valore incredibile.

    Lo sto sperimentando in questi giorni per il recupero di mia moglie dopo una importante emorragia cerebrale, e ci sta dando grandissime soddisfazioni!

    Posso solo raccomandare il corso di Valerio, è uno strumento che non solo ci permette di aiutare realmente i nostri cari, ma è ricco di informazioni dal valore enorme, frutto di grande esperienza, rese facilmente accessibili. Ci permette di capire meglio la malattia e di confrontarci con un maggior senso critico con i medici, che troppo spesso sottovalutano l’importanza dei familiari nel lento e faticoso recupero post ictus.

    Grazie di tutto, Valerio!!

    • Gruppo Ictus Onlus scrive:

      Siamo noi che ringraziamo voi! Per la fiducia e la dedizione con cui state lavorando con i nostri esercizi. Vi auguriamo il meglio